Festa di Inizio Estate 2015

I campi estivi sono alle porte e la Sezione si riunisce per festeggiare l’arrivo dell’estate! Quest’anno però è un anno speciale, l’anno del centenario, per questo un’ospite altrettanto speciale ha animato la nostra festa con uno splendido e toccante racconto sulla storia dello scoutismo: Mariangela Botta!

Tra attività, giochi, crescentine e un bel fuoco di bivacco la giornata e volata lasciandoci carichi di entusiasmo!

Ecco le foto dell’evento, a breve avremo anche i video del racconto sulla storia dello soutismo e del fuoco di bivacco.

Evento #lupetti2015

lupetti2015Banner

90 gruppi, 8 sottocampi, 4 giorni insieme, 1000 partecipanti! Questi sono i numeri dell’evento nazionale #lupetti2015 che si è svolto al camping di Casalborsetti (Ravenna) e rivolto proprio ai nostri bimbi dagli 8 ai 12 anni.

Durante questi giorni vissuti all’aria aperta si sono toccati argomenti importanti come il bullismo, i social network e l’identità di genere per sviluppare curiosità, apertura e rispetto verso ciò che è diverso da se.

Ed ecco i nostri lupetti presenti all’evento!

lupetti2015bologna

Lupetti e Vecchi Lupi presenti all’evento #lupetti2015

 

Giornata internazionale contro l’omofobia

Oggi è la Giornata internazionale contro l’omofobia‬, la ‪bifobia‬ e la ‪transfobia‬ promossa dal 2007 dall’Unione Europea. Una forma di discriminazione che il CNGEI combatte attivamente educando quotidianamente i giovani alle scelte, alla laicità e al rispetto delle persone.

‪#‎IDAHOBIT2015

Riportiamo il messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione di questa giornata:

“In occasione della nona Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, istituita per iniziativa del Parlamento Europeo nel 2007, desidero incoraggiare quanti in questi anni si sono battuti e continuano a battersi contro ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale delle persone.
Il principio di uguaglianza, sancito dalla nostra Costituzione e affermato nella Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione europea, non è soltanto un asse portante del nostro ordinamento e della nostra civiltà. Esso costituisce un impegno incessante per le istituzioni e per ciascuno di noi. Rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della personalità umana è una responsabilità primaria, dalla quale discende la qualità del vivere civile e della stessa democrazia.
Le discriminazioni, le violenze morali e fisiche, non sono solo una grave ferita ai singoli ma offendono la libertà di tutti, insidiano la coesione sociale, limitano la crescita civile. Dobbiamo promuovere il rispetto delle differenze laddove invece la diversità scatena reazioni intolleranti. E dobbiamo parlarne con i giovani, perché purtroppo continuano a registrarsi atti di bullismo contro ragazze e ragazzi, che talvolta spingono alla disperazione. Si tratta di espressioni di disumanità insopportabili che vanno contrastate con un’azione educativa ispirata alla bellezza di una società aperta, solidale e ricca di valori.
Contro l’inciviltà delle discriminazioni e delle violenze molta strada è stata fatta, eppure il cammino è ancora lungo. E’ il cammino di una libertà come pieno sviluppo dei diritti civili, nella sfera sociale come in quella economica, nelle sfera personale come in quella affettiva. Libertà anche come responsabilità. E’ compito della società nel suo insieme abbattere i pregiudizi dell’intolleranza. E costruire al loro posto una cultura che assuma l’inclusione come obiettivo sociale, che applichi il principio di eguaglianza alle minoranze, che contrasti l’omofobia e la transfobia, perché la piena affermazione di ogni persona è una ricchezza inestimabile per l’intera comunità”. 

Hike Metodologico 2015

Un’occasione per i capi della sezione di condividere, aggiornare e approfondire le tematiche educative e proprie del metodo scout per fornire ai nostri ragazzi una qualità sempre maggiore delle nostre attività. Quest’anno nel fine settimana dell’11-12 aprile circa 30 capi e adulti della Sezione hanno percorso i bellissimi sentieri vicino a Castel del Rio per percorrere un anello di circa 15 km passando per il paese abbandonato di Castiglioncello al confine tra l’Emilia e la Toscana.
I temi trattati lungo il percorso sono stati: l’aria aperta, l’impegno civile, i progetti futuri della sezione in vista del rinnovo delle cariche a settembre 2015, l’educazione alimentare…ovviamente tra canti e ricordi delle attività passate attorno ad un fuoco.

Documenti

In osservanza degli obblighi di pubblicità, trasparenza, diffusione ed informazioni relativi alla convenzione vigente tra i Quartieri in cui la associazione è assegnataria di sedi e la associazione C.N.G.E.I. Sezione di Bologna stessa per la concessione in uso di immobile destinato alle  Libere Forme Associative (LFA) sono qui pubblicati i documenti ufficiali della Sezione ed i verbali dell`ultima assemblea dei Soci con relazione delle attivitá svolte.

Statuto della Sezione di Bologna

Verbale Assemblea di Sezione del 1 ottobre 2014

(questo file contiene bilancio e relazioni delle attività svolte)

 

Bivacco Adulti 2014

Bivacco Adulti alla nostra base scout di Monzuno.
E’ l’occasione annuale in cui mettiamo a posto la base prima dell’inverno, abbiamo raccolto le castagne per il prossimo autofinanziamento e fatto alcune attività sulla storia della sezione che compie 100 anni. Abbiamo parlato dei progetti per il centenario sia per lo sviluppo dello scoutismo. il bivacco ha coinvolto oltre 50 adulti della sezione e si è concluso con una lunga camminata nel castagneto.

2014-2015 La Sezione di Bologna compie 100 anni!

Guarda il video dei 100 Anni!

Sei pronto a festeggiare con noi?!

Bivacco dei Passaggi 2014

Nelle bellissime colline di Marradi la Sezione di Bologna ha svolto il consueto bivacco dei passaggi i giorni 11-12 ottobre in cui tutti branchi, i reparti e le compagnie hanno preso nuova forma e i più grandi hanno iniziato una nuova avventura…sono stati definiti i nuovi ruoli tra i capi educatori e l’anno scout è ufficialmente iniziato! Al bivacco hanno partecipato oltre 230 persone tra ragazzi e ragazze e adulti educatori e 18 nuovi adulti che hanno iniziato il percorso di avvicinamento alla sezione come capi educatori.

Gli anni sono passati ma la pista non ho scordato insieme a tanti bambini giocavo in un mondo incantato

Poi ho seguito il sentiero che porta a mille avventure tra boschi e verdi montagne ruscelli e grandi pianure…

Sembra neanche un minuto che questa strada ho cominciato eppure sono cresciuto e il mio cammino è terminato…

No, io devo partire perché nella vita, lo so c’è un nuovo cammino per me !

 

 

Un villaggio (educativo) dei folletti… a Monzuno! Vota (e fai votare) entro il 31 marzo 2014!

Insieme, si può: #basescoutcngeibologna!

Copertina HobbitBase scout? Folletti? Monzuno? Ma di che stiamo parlando? Facciamo un passo indietro…

Da diversi anni ormai, due soci della sezione di Bologna hanno deciso di realizzare una base scout di sezione, ovvero una struttura in cui poter ospitare tutti gli scout della nostra sezione, ma anche aprirla a qualunque gruppo di persone (anche non-scout) voglia utilizzarla!
Immersa nel verde, sui colli nei pressi di Monzuno (BO), è il luogo ideale per molti: per gli scout, se hanno voglia di essere a diretto con la natura; per i gruppi numerosi, se vogliono passare del tempo diversamente, lontano dai ritmi frenetici della vita di tutti i giorni!
Pian piano, mattone su mattone, grazie all’aiuto di tutti, è stato praticamente ricostruita ex novo. Ma di strada da fare, ahi noi, ce n’è ancora…

Per fortuna, una grande opportunità ci è offerta da Edison, che ha bandito un concorso a cui abbiamo deciso di partecipare con un nostro progetto sulla base scout! Ovviamente, tra i progetti presentati saranno selezionati solo i più votati, ma le selezioni sono aperte solo fino al 31 marzo e abbiamo bisogno del maggior numero possibile di voti!
Ti porterà via meno di due minuti, e se hai un account Facebook, ancora meno!
Per sapere di più sul progetto, e votarlo ovviamente,
clicca qui: http://www.edisonstart.it/idee/il-villaggio-educativo-dei-folletti!
Un grazie sentito a tutti coloro che vorranno aiutarci!

NON DITELO AI GRANDI – Settimana del libro e della cultura per i ragazzi (Bologna, 22.-27.03.2014)

In occasione della prossima apertura della Fiera del Libro per Ragazzi, una piccola grande anticipazione è rappresentata dall’iniziativa “NON DITELO AI GRANDI – Settimana del Libro e della Cultura per i Ragazzi“!  È pensata e dedicata a tutti, grandi e piccini, che con la lettura e i libri hanno un rapporto lavorativo, professionale, molto intimo e personale oppure giocoso, perchè no? Ma vediamo meglio di che cosa si tratta!

locandinaA4Organizzata da BolognaFiere in collaborazione con l’AIE (Associazione Italiana Editori) e il Centro per il Libro e la Lettura, la Settimana del Libro e della Cultura per i Ragazzi si svolgerà in sei giornate, offrendo il meglio della produzione editoriale internazionale per  ragazzi, suddivisa in aree tematiche.

L’agenda sarà ricca di incontri con i più importanti autori e illustratori (italiani e non), ma anche laboratori, visite guidate, mostre di illustrazioni, spettacoli, e molto altro!

Per maggiori informazioni sul programma, su orari e costi e su come partecipare ai laboratori,
consulta il sito www.bolognachildrensbookfair.com!

Officine… di Rover! Crescere insieme, si può!

Lo scoutismo non è piantare tende e accendere falò. O meglio, non solo.
Momenti continui e importanti di crescita e scambio reciproci sono presenti in tutto ciò che facciamo.

E stavolta si tratta delle Officine Rover, degli eventi a partecipazione individuale, che servono al rover per riflettere sul proprio percorso di crescita, ma anche ad acquisire nuove competenze e conoscenze su temi ogni volta diversi e nuovi, a migliorare il livello della consapevolezza delle scelte.

Per chi non lo sapesse, i Rover sono i ragazzi tra i 16 e i 19 anni, che insieme fanno parte della Compagnia, mentre le Officine Rover sono occasioni di informazione, educazione e crescita reciproche, organizzate dalle Compagnie stesse per altri rover da tutta Italia.
Il tema, scelto a discrezione della Compagnia, sarà il filo rosso tra le attività che vengono proposte e fatte per tutta la durata dell’Officina.
Tutti i Rover scelgono l’Officina e il tema che più lo interessano e vi partecipa, non per forza insieme ad altri Rover della sua Compagnia… non ce n’è bisogno: durante l’Officina ne incontrerà altri, con i quali vivrà questo prezioso momento di crescita molto personale.

Ecco com’è andata per due delle nostre Compagnie, che nel fine settimana dell’ 8 e 9 marzo si sono cimentate nell’organizzazione – e con grande successo, pare!

CAM00541

Officina sulla Resistenza – presso il Parco Storico di Monte Sole

La Compagnia “Ippogrifo”ha scelto di parlare di quella “Resistenza” di cui spesso poco si parla – Resistenza (sì, con la R maiuscola) che purtroppo ha un amaro ricordo nella strage di Marzabotto, alle pendici di Monte Sole, a pochi passi da Bologna: una strage strage di civili compiuta da truppe fasciste nel 1944.
Un tema apparentemente lontano nel tempo, ma molto sentito, che è riuscito a riunire 20 rover.

CAM00554

Officina sulla Resistenza – hike.

 

Tra una passeggiata e l’altra sui sentieri di Monte Sole appunto, hanno discusso e riflettuto assieme su cosa significano per loro i diritti, ma hanno anche provato a dare delle loro definizioni di pace.

received_m_mid_1394468855172_2ce56f6d9b5f3cf473_0

Officina sulla Follia e le Malattie Mentali

 

 

 

Altri Rover, altre Officine!
A Firenze, invece, erano in 30 a parlare di follia e malattia mentale. Dalle definizioni da manuale, passando per luoghi comuni spesso errati, giungendo persino a uno spettacolo teatrale interattivo. Perchè spesso alcune tematiche è anche utile affrontarle con “leggerezza”, per conoscere meglio se stessi e gli altri, crescendo come scout ma soprattutto come individui.

 

2014-03-08 18.44.18

Officina sui Pregiudizi

Vicino Bergamo, invece, si è parlato di pregiudizi – in fondo, tutti ne conosciamo (e probabilmente ne abbiamo, anche)!
Poco più che una manciata di rover, hanno discusso, riso e cantato su un argomento che spesso viene preso sottogamba ma che, talvolta, finisce con l’influenzare profondamente il nostro modo di vedere il mondo e gli altri.

 

 

In buona…Compagnia!
Anche la Compagnia “Evinrude”, d’istanza nella nostra base scout sulle colline di Monzuno,
si è sperimentata nell’organizzazione di un’officina, che – da Rovereto a Napoli – è riuscita a riunire ben 16 rover.
Il tema? Il nostro universo! Com’è fatto, che cosa c’è all’interno e come funziona: con momenti teorici, prima e con simulazione pratica, poi! Non poteva mancare, di notte, l’osservazione delle costellazioni invernali, particolarmente nitide e visibili sotto il cielo dei colli.
La mattina dopo… il ritorno sulla Terra! I rover si sono occupati di problemi ambientali,
studiando insieme e proponendo soluzioni che si possono applicare a partire dalla nostra realtà di tutti i giorni.

Foto Off14_2Tra i tanti momenti di divertimento, risate e creatività, i rover hanno potuto realizzare un quaderno e una matita ricoperti di carta marmorizzara, su cui avevano rappresentato il proprio personale e coloratissimo universo!

…Chi aveva detto che imparare è noioso?!